Auricolari con archetto, è un design superato?

Auricolari con archetto
0 0
Read Time2 Minute, 35 Second

Tra i prodotti in prova nel mese di Aprile, sono arrivati anche degli auricolari con archetto anatomico. Mi sono, da subito, chiesto se un design di questo tipo fosse ormai superato. Per questo ho un po’ snobbato i vari test su queste cuffie, fino a quando non le ho utilizzate per allenarmi. Solo così ho capito che tutto sommato un senso lo hanno e proverò a spiegarvelo in questo articolo.

Design superato o no?

E’ l’aspetto che più penalizza questo prodotto. L’evoluzione delle true wireless, ha reso, questi modelli, vecchi. Nonostante siano comunque cuffie bluetooth, la presenza dei fili e di un archetto, riducono la portabilità delle stesse. E’ un vero peccato perché questi auricolari sono costruiti bene, sono comodi, le capsule sonore si incastrano bene nel padiglione e sono leggere. Anche la dotazione della scatola è completa, con i vari gommini di ricambio e la manualistica. Le EP-B58 rischiano, così, di avere meno successo di quello che meriterebbero.

In queste ultime due settimane, sono diventate le mie cuffie principali per gli allenamenti. Il perché provo a spiegarvelo in pochi punti:

  • comandi fisici
  • ottimo sound
  • autonomia stellare

Ascoltare la musica durante le sedute di training è ormai, per me, imprescindibile. Corro in accoppiata con un Amazfit Pace e dopo mesi in cui ho usato solo true wireless, ho riscoperto quanto siano comodi auricolari di questo tipo.

Cosa mi ha convinto e cosa no

La qualità audio è il punto forte di questo prodotto. I bassi sono ottimi, corposi e non invadenti. Medi e alti sono equilibrati. La latenza è impercettibile anche usando youtube. Per chi pratica sport, specialmente chi corre tutto l’anno, questi auricolari sono ancora validi. L’autonomia è l’altro valore aggiunto, non è difficile fare due settimane, anche intense, senza ricaricare.

Ci sono due punti che, invece, non mi hanno convinto:

  • i fili
  • l’allacciatura magnetica delle capsule non mette la musica in pausa

I due fili che fuoriescono dall’archetto anatomico sono un po’ scomodi e creano quell’effetto da prodotto datato di cui vi parlavo all’inizio. Per quanto riguarda la chiusura magnetica, spesso mi è capitato di appaiare le due capsule sonore pensando che la musica si stoppasse. Non è così, vanno comunque utilizzati i pulsanti fisici presenti nella parte sinistra dell’archetto. Ok mi sono abituato ma sarebbe stata una feature comoda e, tra l’altro, presente in altri modelli AUKEY, già testati in precedenza.

Considerazioni finali

In definitiva chi può essere interessato ad un paio di auricolari con archetto? Sarete d’accordo con me che l’utenza adatta per questo prodotto è quella dei runner e di chi si allena in palestra. Chi ascolta solo musica è molto difficile che acquisti un modello del genere. Come qualità audio per me sono promossi, a livello di estetica non mi sento di bocciarli totalmente ma è giusto evidenziare come un design di questo tipo appartenga un po’ al passato. Le EP-B58 sono disponibili su Amazon a circa 30Euro cliccando QUI.

Info

Trovate tutte le mie Recensioni nella sezione dedicata del mio Blog QUI.

  • 5Euro di credito GRATIS per l’offerta Ho-Mobile QUI
  • Ricevere 10Euro gratis con Hype QUI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: