Confrontone tra Powerbank, il mio preferito

confrontone
Read Time4 Minutes, 31 Seconds

Amici dopo aver provato tantissimi prodotti ho deciso di fare un confrontone nella categoria dei powerbank. Sono oggetti sempre molto richiesti e attuali. Dai primi modelli, voluminosi e mediamente efficienti, ad oggi le cose sono cambiate. E’ stato fatto un grande lavoro di ottimizzazione sia sulle dimensioni che sulle tecnologie all’interno. Ma cosa è un powerbank? Si tratta di una batteria in grado di assorbire energia, trattenerla e renderla disponibile in situazioni di emergenza. Da subito, quindi, si è intuito il grande vantaggio di questo oggetto per ricaricare smartphone, action cam, auricolari bluetooth ecc. fuori dalle quattro mura.

confrontone

Esistono caricatori portatili che si differenziano sostanzialmente per:

  • amperaggio
  • dimensioni
  • tecnologia di ricarica interna

 

In questo confronto voglio mostrarvi tre modelli assolutamente diversi per caratteristiche, un ringraziamento ad Aukey per avermeli forniti. Nello specifico vedremo i modelli: PB-N59 da 5000mAh, PB-N52 da 10000mAh e PB-P8 da 12000mAh. Alla fine di questa recensione vi dirò anche il mio preferito nonchè il mio attuale powerbank personale.

Confrontone Scatole e Contenuto

Dal punto di vista della confezione di vendita e della dotazione, non ci sono grosse differenze tra i tre modelli. Tutti hanno una scatola simile e un contenuto identico (powerbank, cavoUSB-microUSB, manuale e targhetta della garanzia). Il modello PB-N52 da 10000mAh si distingue perchè rispetto agli altri ha in dotazione anche il fodero in cui collocare la batteria portatile. Non è un fattore critico nella scelta ma è sicuramente un plus apprezzabile.

confrontone
PBN59
confrontone
PBN52
confrontone
PBP8

Confrontone Design

L’estetica dei tre modelli è molto diversa tra loro per questo ve ne parlerò singolarmente, senza dilungarmi molto.

PB-N59

E’ il piccolino dal punto di vista dell’amperaggio (5000mAh) ed è anche il più sottovalutato. Il trend vede una preferenza degli utenti verso amperaggi superiori. Lui ha dimensioni ridotte e peso record, 124x70x10mm e 122g, per una comodità di utilizzo elevata. Dispone di un ingresso di carica interna rapido e due OUTPUT per la ricarica di tutti i dispositivi compatibili, uno da 5V 1A ed uno da 5V 2A. Il livello di autonomia residua è indicato da un sistema di LED a pallini posto sul lato destro, insieme al pulsante POWER.

Questo slideshow richiede JavaScript.

PB-N52

E’ il modello da 10000mAh, in grado di garantire diverse cariche in un corpo piccolo e maneggevole. Dimensioni 90x62x22mm e 170g di peso. Considerando l’ottima batteria a disposizione, le misure sono state ottimizzate al massimo inserendo anche un LED con funzione di torcia. Come il PB-N59 ha un ingresso di carica rapida e due OUTPUT da 5V 1A e 5V 2A. Il livello di autonomia è indicato dai pallini LED di colore blu, posti nella zona frontale insieme al tasto POWER. Lui è quello che in dotazione ha anche il comodissimo fodero porta-powerbank.

Questo slideshow richiede JavaScript.

PB-P8

Lontano parente del robot Daitarn 3, è il caricatore portatile che rispetto agli altri ha un grande PLUS. E’ dotato, infatti, di un pannello solare che permette di attingere dall’energia del Sole. In accoppiata alla sua batteria interna da ben 12000mAh, vi permetterà di caricare lo smartphone semplicemente lasciandolo sotto i raggi solari. Ha dimensioni più importanti, 135x80x22mm per 275g di peso, tuttavia non è problematico nell’utilizzo ed ha anche lui un LED con funzione di torcia. Rispetto ai modelli precedenti è anche più veloce a ricaricare un oggetto. Ha un ingresso di carica rapida e due OUTPUT da 5V 1A e 5V 2.4A. Il pannello solare fornisce energia a 5V e 200mAh, utile quando la batteria interna risulti scarica. Il livello di autonomia è indicato dai pallini LED di colore blu, posti nella parte sinistra insieme al tasto POWER.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Utilizzo e Risultati

Non perderò tempo a parlarvi su come funziona un powerbank perchè ormai siete più esperti di me. Basta collegare caricatore e dispositivo da ricaricare mediante cavo e l’operazione parte in automatico. In tutti i modelli la tecnologia presente all’interno è la Ai Power che assicura protezione da sovratensioni e surriscaldamento. Vi mostro i risultati ottenuti in queste due settimane di prova sul mio smartphone con batteria da 3500mAh:

  • 5000mAh PB-N59, si carica in circa 4h, ricarica il mio Xiaomi Mi Note3 in 1h e 30′
  • 10000mAh PB-N52, si carica in circa 6/7h, ricarica il mio Xiaomi Mi Note3 in 1h e40′
  • 12000mAh PB-P8, si carica in circa 8h, ricarica il mio Xiaomi Mi Note3 in 1h e 25′

confrontone confrontone

Alla luce di questi risultati ed in base all’utilizzo che ognuno di noi necessita, le scelte, su uno piuttosto che un altro, non sono affatto scontate. Scegliere il modello migliore per me non è stato semplice, alla fine l’ha spuntata il PB-N59. Lui è risultato il più adatto alle mie esigenze di operazioni rapide e dimensioni contenute. Ciò non vuol dire che sia il migliore in assoluto. Saranno le esigenze di ciascuno di noi a far pendere l’ago della bilancia.

Disponibilità e Prezzi

Tutti i modelli sono acquistabili su Amazon con spedizione rapida e garanzia 24 mesi. Vi lascio i link diretti per ciascun powerbank in modo che possiate visionarli separatamente:

confrontone

Spero che questo confrontone vi sia stato utile per scegliere la soluzione più adatta a voi e al vostro modo di utilizzare i tanti gadget a disposizione sul mercato.

 

Seguitemi su Instagram su Telegram su Facebook e su Youtube

 

 

00

Lascia una recensione

Please Login to comment

Fammi sapere cosa ne pensi

  Subscribe  
Notificami
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: