Coronavirus e COVID 19, provo a fare chiarezza

3 0
Read Time4 Minute, 8 Second

Coronavirus e COVID 19 sono, purtroppo per noi, le parole più gettonate del momento. Ma cosa sono e perché è importante sapere di cosa si parla? Proverò in questo articolo a fare un po’ di chiarezza in merito. In questi giorni di panico e di continui avvenimenti, ho preferito informarmi il più possibile senza dare credito a programmi insulsi. Aggiungo che la mia formazione in ambito sanitario mi ha agevolato nella comprensione di molti aspetti. Detto questo, buona lettura.

Coronavirus e COVID 19

La COVID-19, o COronaVIrus Disease 19, è una malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2. In maniera più semplice è inquadrata come “malattia da coronavirus 2019“, causata dal virus denominato SARS-CoV-2 della famiglia dei coronavirus. Quindi è importante, in primis, distinguere l’agente eziologico (SARS-CoV-2) dalla malattia (COVID-19). Il termine Coronavirus, invece, colloca il virus all’interno della famiglia Coronaviridae. Si tratta di Virus ad RNA, dotati di pericapside, genoma a filamento singolo e nucleocapside di simmetria elicoidale. Il nome “coronavirus” si riferisce all’aspetto caratteristico dei virioni (la forma infettiva del virus) al microscopio elettronico.

Coronavirus e COVID 19

In generale i coronavirus sono responsabili di patologie nei mammiferi e negli uccelli, ad esempio:

  • comportano il verificarsi di diarrea nelle mucche e nei suini
  • malattie respiratorie delle vie superiori nei polli
  • nell’uomo, provocano infezioni respiratorie, spesso di lieve entità come il raffreddore, in rari casi polmoniti e bronchiti

Eventi Precedenti e Trasmissione

Negli ultimi vent’anni sono stati responsabili delle gravi epidemie di SARS, Novembre 2002, di quella della MERS del 2012 e della recente polmonite di Wuhan. Attualmente sono riconosciuti sette ceppi in grado di infettare gli umani. Non esistono, invece, vaccini o farmaci antivirali considerati validi dalla comunità scientifica per la prevenzione o per il trattamento delle patologie correlate all’infezione.

Coronavirus e COVID 19

Sebbene non siano ancora del tutto chiare le modalità di trasmissione, il virus è in grado di passare da uomo a uomo. Appare certo il meccanismo di contagio, legato a tosse e starnuti in un raggio di circa 1-2 metri. Responsabili le goccioline respiratorie emesse da un individuo infetto che, successivamente, vengono inalate da un soggetto sano. Non è ancora chiaro, invece, se sia possibile infettarsi dopo aver toccato superfici/oggetti contaminati, portando poi le mani verso la bocca/naso/occhi. Sebbene i virus respiratori siano trasmissibili solitamente quando il soggetto malato presenta anche i sintomi, sembrerebbe che il SARS-CoV-2 possa diffondersi anche in occasione di un contatto ravvicinato con un paziente asintomatico.

Segni e Sintomi

I soggetti infetti possono risultare asintomatici o presentare alcuni sintomi come:

  • febbre
  • tosse
  • respiro corto
  • vomito, diarrea o raffreddore sono meno frequenti

Un primo studio condotto in Cina ha permesso di ricavare queste percentuali in base ai casi accertati:

  • febbre (87,9%)
  • tosse secca (67,7%),
  • affaticamento (38,1%)
  • produzione di espettorato (33,4%)
  • mancanza di respiro (18,6%)
  • mal di gola (13,9%)
  • mal di testa (13,6%)
  • dolori muscolari (14,8%)
  • brividi (11,4%)
  • nausea o vomito (5,0%)
  • congestione nasale (4,8%)
  • diarrea (3,7 %)
  • emottisi (0,9%)
  • congestione congiuntivale (0,8%)

I casi possono progredire in peggio evolvendo in polmonite, sofferenza in più organi, ricovero in terapia intensiva con ventilazione meccanica e decesso nei soggetti più vulnerabili. Il periodo di incubazione varia da 1 a 14 giorni con un periodo medio stimato tra i 5 e i 6 giorni.

Per fortuna nella maggioranza dei casi, al momento del ricovero in ospedale, i segni vitali appaiono generalmente stabili e gli esami del sangue mostrano comunemente un basso numero di globuli bianchi. I bambini sembrano reagire alla malattia meglio degli adulti poiché i sintomi sono generalmente più lievi, ma mancano ancora prove sufficienti. Meglio essere prudenti e prendere comunque tutte le dovute precauzioni.

Coronavirus e COVID 19: Prevenzione

A scopo preventivo l’OMS raccomanda di lavarsi le mani regolarmente, coprendo bocca e naso quando si tossisce o starnutisce. Invita anche ad evitare uno stretto contatto con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie. E’ consigliato non toccare gli occhi, il naso o la bocca a meno che le mani non siano pulite.

I coronavirus sopravvivono solo per alcune ore sulle superfici, quindi non vi è alcun rischio nel ricevere posta o pacchi. Io personalmente sto, comunque, utilizzando i disinfettanti prima di venire a contatto con oggetti ordinati da Amazon, giusto per fare un esempio.

Tutte le notizie, gli aggiornamenti e le misure di contenimento dell’infezione sono sempre disponibili sul sito del Ministero della Salute.

Le Mie Considerazioni Personali

Voglio premettere che sono un amante delle teorie complottistiche. Io non so se questo virus si sia originato da solo o sia stato creato ad hoc in qualche laboratorio. Fatto sta che le conseguenze economiche per il nostro paese, già in crisi da oltre vent’anni, saranno molte. In questo momento storico le guerre si fanno anche così, affossando economicamente gli stati più deboli. Spero che comunque il mio articolo possa esservi utile almeno dal punto di vista informativo. Insieme ce la faremo anche questa volta, RESTATE A CASA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: