Jack Audio o Wireless, quali cuffie sono migliori?

Nonostante l’avvento dei dispositivi senza fili, comodi da utilizzare, molti utenti non abbandonano il vecchio jack audio. Questo dato curioso ha rallentato la scomparsa di quest’ultimo da molti smartphone. Se inizialmente molti brand avevano deciso di fare a meno di questo componente, ora le cose sono cambiate. Io stesso avendo uno Xiaomi Mi Note3, per poter utilizzare un paio di cuffie con cavo, devo utilizzare un adattatore, essendo il device sprovvisto di attacco per il jack.

jack

Perchè un utente dovrebbe preferire una soluzione con cavo ad una senza fili o viceversa? Questa domanda è alla base del confronto che vi propongo in questo articolo. Nello specifico metterò a paragone due dispositivi che Aukey mi ha fornito per realizzare questa prova. Vedremo le differenze tra le Aukey EP-C6 con cavo jack e le Aukey EP-B40 wireless.

Jack o Wireless

Prima di iniziare questo confronto, analizzerò singolarmente i due dispositivi dal punto di vista delle caratteristiche, dell’utilizzo e della dotazione della scatola di vendita. Successivamente vedremo insieme i pro ed i contro di entrambe le soluzioni. Sarà curioso vedere le vostre impressioni a fine articolo. Detto questo iniziamo dal modello con cavo per finire a quello wireless.

EP-C6

DriverMoving-Coil
Frequenza20Hz – 20KHz
Suono104dB/mW
Impedenza16ohm
Lunghezza cavo1,2m
Peso22,5g
CompatibilitàIOS e Android

 

Queste cuffie, nella scatola di vendita, sono contenute in un comodo astuccio circolare. All’interno sono presenti anche dei gommini di ricambio con misure differenti. Sempre nella scatola troverete il manualino e la targhetta della garanzia. Dal punto di vista della costruzione e del design, niente da obiettare. Il cavo è antigroviglio, sufficientemente lungo, qualitativamente buono e con due belle capsule auricolari. La sola vista vi farà capire che la qualità del suono sarà improntata su una buona presenza di bassi nella riproduzione. Ipotesi confermata durante le prove. Nonostante ciò non ci sono eccessi ed il suono seppur molto potente rimane equilibrato e senza distorsioni. Dal punto di vista della comodità i due in-ear sono promossi anche se avrei preferito che fossero un pizzico più morbidi. Per l’utilizzo basta inserire il jack nell’apposita entrata in smartphone, pc e tablet. Se come me avete la sfortuna di non avere l’alloggio sullo smartphone avrete bisogno di un adattatore. Nel mio caso specifico ho un adattatore che si collega alla tipo C del device. La piastra di comandi è posta in una posizione comoda e contiene anche il microfono. Voto Complessivo 7+.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

EP-B40

StandardBluetooth 4.1
ImpermeabilitàIPX4
TecnologiaAptX
Autonomia8h
Dimensioni11×8,2x4cm
Peso13g
CompatibilitàIOS e Android

 

Sono senza fili ma hanno un cordino che collega i due output sonori. Hanno una chiusura magnetica e oltre ad essere in-ear hanno un archetto anatomico che le fissa nel padiglione. Una caratteristica utile per utenti durante sessioni di training. Nella scatola di vendita troverete oltre gli auricolari: una custodia comodissima, diversi set di gommini e archetti di ricambio, manualino e targhetta della garanzia. Qualità di materiali e costruzione sicuramente buona, la pecca a mio avviso è la posizione del microfono. In più occasioni ho riscontrato la tendenza delle cuffie a pendere sul lato sinistro. Lato su cui è sistemato, appunto, la piastra dei comandi insieme al microfono. Nonostante un baricentro leggermente sbilanciato non ho avuto problemi durante i miei allenamenti. Essendo un dispositivo wireless, ha bisogno di essere collegato allo smartphone/tablet/pc attraverso il Bluetooth. Per farlo basta premere per 5s il tasto funzione e successivamente selezionare l’auricolare dalla lista dei dispositivi disponibili sul device. Il sound seppur molto potente manca di qualche basso che, per i miei gusti, non avrebbe fatto male. Voto complessivo 7–.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Considerazioni

Ognuna di queste soluzioni ha dei pro e dei contro. Un auricolare con cavo non ha bisogno di essere caricato e quindi nessun problema di autonomia. Viceversa un modello wireless è più comodo da utilizzare non avendo cavi ingombranti. In linea di massima, per le mie esperienze, un buon paio di cuffie con cavo ha una qualità audio migliore e senza disturbi. Ultimamente però nuove tecnologie e standard stanno portando alla scomparsa del jack e all’utilizzo di adattatori.

Conclusioni

Non vi nascondo che se tempo fa ero sicuro di voler utilizzare esclusivamente soluzioni senza fili, ora la situazione è cambiata. La mia conclusione è che sia ottimale scegliere il gadget da utilizzare in base all’operazione da compiere. Attualmente adopero le cuffie con cavo durante le chiamate e videochiamate poichè mi garantiscono un qualità migliore. Mi affido alla soluzione wireless per allenarmi e avere più comodità durante le operazioni. Certo molto dipenderà anche dai modelli che avrete preso in considerazione di acquistare. Come sempre è bene valutare le proprie scelte con attenzione. Nella tabella seguente troverete i miei voti ai due auricolari e i link per visionarli su Amazon. Voi cosa avete scelto?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Modello

Dotazione

Costruzione

Design

Comodità

Potenza

Autonomia/Usabilità

Prezzo

EP-C6

6.5

7

7

6.5

7.5

7

6.5

EP-B40

7

6.5

6.5

7

6.5

7

6.5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Salvatore Lamesta

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami