Metodi per struccarsi: 3 prodotti efficaci

metodi per struccarsi
2 0
Read Time4 Minute, 14 Second

Ben ritrovati nella rubrica Beauty Products! Oggi, ci occupiamo di uno step fondamentale nella beauty routine quotidiana: lo struccaggio. Analizziamo 3 diversi metodi per struccarsi e altrettanti prodotti: l’acqua micellare, le salviettine struccanti e il panno in microfibra.

metodi per struccarsi

Metodi per struccarsi

L’acqua micellare

Partiamo dal primo dei tre metodi per struccarsi, il mio preferito, cioè l’acqua micellare. Senza pretendere di dare una spiegazione esaustiva dal punto di vista chimico, possiamo definire l’acqua micellare come una soluzione di acqua e tensioattivi. Questi ultimi si aggregano in micelle (piccoli agglomerati di forma sferica), in grado di eliminare dal nostro viso, in poche passate, tracce di make-up, sebo e quant’altro.

Come si utilizza l’acqua micellare? Semplice! Basta versarla su un dischetto (di cotone, bambù, microfibra, in base alle vostre abitudini) che va poi passato su viso, occhi e labbra, fino a completo struccaggio. Data la presenza di tensioattivi, consiglio di risciacquare il viso, magari con un detergente apposito, e continuare con l’ordinaria skincare.

Le mie acque micellari preferite

Al momento, sto utilizzando l’acqua micellare Nivea MicellAIR-Skin Breathe per pelli sensibili. Penso sia una buona acqua micellare, in grado di struccare bene il viso con poche passate, insistendo maggiormente sugli occhi. Se volete acquistarla su Amazon, cliccate qui. La mia acqua micellare preferita resta la Garnier per pelli sensibili, con il tappo rosa, che trovo ancora più delicata di quella Nivea (potete acquistarla qui).

metodi per struccarsi

Credo che l’acqua micellare sia un valido alleato per lo struccaggio, in quanto è pratica e veloce da utilizzare, economica (basti pensare che, spesso, è venduta in boccettoni da 400ml, che durano mesi. Ad esempio, io ho acquistato l’acqua micellare Nivea MicellAIR-Skin Breathe per pelli sensibili, in offerta a 2,75Euro da Acqua&Sapone e la sto utilizzando, ormai, da quest’estate). Se utilizzate trucco waterproof (resistente all’acqua) o trucco particolarmente pesante, l’acqua micellare potrebbe non soddisfare le vostre esigenze. Vi consiglio, in questo caso, di indirizzarvi verso struccanti bifasici o oleosi.

Le salviettine struccanti

Per quanto mi riguarda, utilizzo le salviettine struccanti solo in viaggio, per questioni di praticità, o quando sono truccata pochissimo, oppure quando sono particolarmente pigra! Infatti, non solo non sono convenienti dal punto di vista del prezzo (spesso, una confezione di 20 salviette viene a costare quanto una intera confezione di acqua micellare), ma a volte mi è capitato che non facessero bene il proprio lavoro o, addirittura, bruciassero nella zona degli occhi.

Le mie salviettine struccanti preferite

Comunque, credo di aver trovato delle salviettine struccanti davvero valide, che mi sento di consigliarvi: si tratta delle salviettine struccanti Acqua alle rose di Roberts, che avevo acquistato quest’estate, in offerta a 2Euro, presso Acqua&Sapone, proprio in vista di una vacanza. Al di là del profumo alle rose, che può piacere o non piacere, le salviettine struccanti Acqua alle rose di Roberts struccano bene viso, labbra e anche occhi, se si insiste maggiormente su questa zona. Contengono il 95% di ingredienti di origine naturale, sono oftalmologicamente testate, motivo per il quale sono utilizzabili anche sugli occhi, e non contengono alcool. Inutile dire che consiglio di risciacquare il viso anche in questo caso. Le salviettine struccanti Acqua alle rose di Roberts sono acquistabili su Amazon a questo link.

metodi per struccarsi

Il panno in microfibra

Il panno in microfibra è una valida alternativa ai metodi per struccarsi analizzati precedentemente. Esso consente di struccarsi con il solo utilizzo di acqua tiepida. Ciò significa sia risparmiare sull’acquisto di prodotti struccanti, sia diminuire, nel proprio piccolo, l’inquinamento, dato dalla dispersione nell’ambiente di dischetti usa e getta e prodotti chimici.

Personalmente, utilizzo il panno in microfibra quando sono poco truccata, ma anche per rimuovere maschere cremose, come quelle all’argilla. Inoltre, riesco a struccare efficacemente il mascara (non waterproof) con la sola acqua. Comunque, è possibile utilizzare il panno in microfibra anche con un normale struccante, proprio come se fosse un dischetto o una salviettina, soprattutto in caso di make-up più pesante. Il panno in microfibra, data la sua trama ruvida, fa anche una leggera esfoliazione sulla pelle del viso.

Panni in microfibra: dove comprarli?

Io sto utilizzando il guanto in microfibra di Cien, comprato da Lidl a 1,49Euro, particolarmente pratico per la sua forma. Non è un prodotto presente in linea permanente, vi lascio comunque qui il link con tutti i prodotti Cien e qui il precedente articolo, dedicato proprio ad alcuni cosmetici acquistabili da Lidl. C’è da dire che è ormai facile reperire i panni in microfibra da Sephora, OVS, su Internet e… al Supermercato! Già, quelli per la pulizia della casa possono essere utilizzati anche sul viso, provare per credere! Non dimenticatevi di lavare e far asciugare il panno in microfibra dopo ogni uso, per evitare che diventi ricettacolo per batteri.

metodi per struccarsi

Spero di esservi stata utile con questa recensione su 3 metodi per struccarsi. Alla prossima!

Info

Trovate tutte le mie Recensioni nella sezione dedicata del mio Blog QUI.

  • Ottenere 10Euro gratis con Hype QUI
  • Acquistare da Amazon usando il mio referral cliccando QUI
  • Attivare gratuitamente Amazon Prime cliccando QUI
  • Attivare Prime Video cliccando QUI
  • Ottenere in sconto Amazon Music QUI
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: